Abusi eutanasia in Belgio, i controllori non controllano

I cattolici in Belgio sono preoccupati che la legge sull’eutanasia del paese venga abusata per uccidere i pazienti senza controlli e salvaguardie legali. Il vescovo ausiliare Jean Kockerols di Mechelen-Bruxelles ha dichiarato che “non solo la gerarchia della chiesa, ma anche i medici e i professionisti della medicina” sono molto preoccupati per i continui abusi […]

I cattolici in Belgio sono preoccupati che la legge sull’eutanasia del paese venga abusata per uccidere i pazienti senza controlli e salvaguardie legali. Il vescovo ausiliare Jean Kockerols di Mechelen-Bruxelles ha dichiarato che “non solo la gerarchia della chiesa, ma anche i medici e i professionisti della medicina” sono molto preoccupati per i continui abusi […]

I cattolici in Belgio sono preoccupati che la legge sull’eutanasia del paese venga abusata per uccidere i pazienti senza controlli e salvaguardie legali.

Il vescovo ausiliare Jean Kockerols di Mechelen-Bruxelles ha dichiarato che “non solo la gerarchia della chiesa, ma anche i medici e i professionisti della medicina” sono molto preoccupati per i continui abusi praticati.

Il 9 gennaio, l’agenzia di stampa Cathobel della Chiesa belga ha pubblicato un articolo in cui si afferma che la Commissione federale di controllo e valutazione per l’eutanasia ha violato i suoi statuti omettendo di riferire sospetti abusi legali a fini investigativi.

“È scioccante che, a 15 anni dalla sua creazione, questa Commissione non abbia indirizzato un singolo fascicolo ai pubblici ministeri o condannato un solo medico”, ha detto alla agenzia di stampa cattolica.

“Agisce come giudice e giuria e non adempie al suo ruolo. Non sta valutando l’applicazione della legge, ma la viola apertamente omettendo di agire”.

L’11 gennaio mons. Kockerols ha dichiarato al Catholic News Service che la Chiesa era a conoscenza che la Commissione “non funzionava come avrebbe dovuto”.

Ha detto che i vescovi sosterranno qualsiasi indagine sulle sue attività o “qualsiasi misura per assicurare che funzioni come dovrebbe “.

“Siamo contro l’eutanasia in ogni forma e la posizione ufficiale della Chiesa è ben nota”, ha detto.

L’eutanasia e il suicidio assistito sono stati legalizzati nel Belgio tradizionalmente cattolico nel 2002 e le morti per eutanasia aumentano del 27% all’anno, secondo i dati del ministero della Sanità.

La commissione federale per l’eutanasia, guidata dal dott. Wim Distelmans, un praticante della eutanasia, è tenuta a verificare che le morti per eutanasia seguano procedure scritte nella legge, riferendo le sospette violazioni entro due mesi a un pubblico ministero.

Tuttavia, nel suo rapporto, Cathobel ha detto che un membro della commissione si è dimesso di recente quando il caso di un paziente affetto da demenza, ucciso senza consenso, non è stato riferito ai pubblici ministeri.Ha aggiunto che la commissione aveva omesso di deferire reclami da parte della famiglia di una donna autistica di 38 anni, quando è stata uccisa ma senza la documentazione richiesta, dopo la fine di un innamoramento.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com