Canada, commercio umano e maternità surrogata saranno legalizzati?

In Canada, è illegale pagare una madre surrogata o acquistare gameti umani, che si tratti di sperma o ovuli, ma presto tutto ciò potrebbe cambiare. Questo divieto è sancito dalla legge del 2004 sulla procreazione medicalmente assistita. La legge si fondava sulle ricerche di un gruppo di esperti della Commissione Reale sulle nuove tecniche di […]

In Canada, è illegale pagare una madre surrogata o acquistare gameti umani, che si tratti di sperma o ovuli, ma presto tutto ciò potrebbe cambiare. Questo divieto è sancito dalla legge del 2004 sulla procreazione medicalmente assistita. La legge si fondava sulle ricerche di un gruppo di esperti della Commissione Reale sulle nuove tecniche di […]

In Canada, è illegale pagare una madre surrogata o acquistare gameti umani, che si tratti di sperma o ovuli, ma presto tutto ciò potrebbe cambiare. Questo divieto è sancito dalla legge del 2004 sulla procreazione medicalmente assistita.

La legge si fondava sulle ricerche di un gruppo di esperti della Commissione Reale sulle nuove tecniche di riproduzione, che erano state discusse in “numerose consultazioni con le parti interessate e il pubblico in generale”, e un “processo legislativo che risaliva a quasi 30 anni di dibattiti”.

Quando la legge fu adottata, “tutte le parti concordarono che il pagamento per maternità surrogata, sperma e ovuli non era e non poteva essere la risposta al problema della infertilità” . Per dirla in modo più preciso, la legge ha vietato “la commercializzazione delle capacità riproduttive maschili e femminili e lo sfruttamento di bambini, donne e uomini a fini commerciali”.

Le ragioni etiche alla base di questo divieto includono “la necessità di impedire la commercializzazione del corpo umano e il duplice rischio di sfruttamento e coercizione”.
La legge attuale cerca di “assicurare che l’accesso alle tecnologie di riproduzione non spiani la strada alla commercializzazione del corpo”.

Anthony Housefather, deputato di Mont-Royal e presidente del Comitato Permanente per la Giustizia e i diritti umani nella Camera dei comuni canadese, è invece ansioso di rivisitare questo divieto ed ha esortato modifiche affinché “i canadesi debbano essere in grado di pagare – e di essere pagati – per la maternità surrogata, compresa quella umana sperma e uova “.

Un progetto di legge al Parlamento verrà presentato in questo senso. Il deputato e una parte consistente della maggioranza liberale al Governo, ritengono che la legge sia obsoleta e non tienga conto delle famiglie non tradizionali.

Si sottolinea il fatto che l’orientamento sessuale non rappresenta un ostacolo legale e che “i valori canadesi relativi al pagamento dei tessuti corporei” sembrano essere realmente cambiati dal 2004.

Il governo federale sta mantenendo lo status quo per il momento: “La legislazione sulla procreazione assistita è troppo importante perché il futuro delle famiglie canadesi venga minato da un progetto di legge parlamentare che chiede un mercato aperto della riproduzione umana”. Uno stop che temiamo non reggerà a lungo alle richieste che verranno dalla stessa maggioranza parlamentare.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com