Francia, vescovi in campo per la bioetica

I vescovi francesi hanno chiesto ai cattolici di partecipare attivamente ai dibattiti pubblici promossi dal governo sulla riforma della legge sulla bioetica del Paese, prevista per la fine di quest’anno 2018. Il Comitato Consultivo nazionale per l’etica (CCNE) ha lanciato una serie di incontri in tutto il paese tra esperti e pubblico allo scopo di […]

I vescovi francesi hanno chiesto ai cattolici di partecipare attivamente ai dibattiti pubblici promossi dal governo sulla riforma della legge sulla bioetica del Paese, prevista per la fine di quest’anno 2018. Il Comitato Consultivo nazionale per l’etica (CCNE) ha lanciato una serie di incontri in tutto il paese tra esperti e pubblico allo scopo di […]

I vescovi francesi hanno chiesto ai cattolici di partecipare attivamente ai dibattiti pubblici promossi dal governo sulla riforma della legge sulla bioetica del Paese, prevista per la fine di quest’anno 2018.

Il Comitato Consultivo nazionale per l’etica (CCNE) ha lanciato una serie di incontri in tutto il paese tra esperti e pubblico allo scopo di informare i cittadini sulle questioni in gioco e di ascoltare le loro opinioni. Ha anche un sito web dove i cittadini possono inviare le loro opinioni.

Tra le questioni vi è la possibile legalizzazione della procreazione medicalmente assistita per donne single e coppie lesbiche, di maternità surrogata e di eutanasia.

La Chiesa si oppone a queste misure e altre fedi hanno espresso forti riserve. Il presidente Emmanuel Macron ha segnalato il sostegno solo per la prima opzione, ma alcuni membri del suo governo hanno opinioni più ‘liberali’.

“La Chiesa cattolica intende prendere il suo posto e rispondere alla domanda fondamentale che questi dibattiti pubblici pongono: che tipo di mondo vogliamo per il futuro?” una lettera firmata dall’arcivescovo Georges Pontier, capo della Conferenza episcopale, e altri nove presuli, ha affermato. “È in gioco il rispetto per l’essere umano nella sua dignità e vulnerabilità.”

La lettera invitava i gruppi cattolici a informare i parrocchiani sulla bioetica e partecipare ai dibattiti. Il 20 gennaio un gruppo di lavoro della conferenza episcopale ha riunito attivisti laici di circa 50 diocesi per discutere i problemi.

Un recente sondaggio ha mostrato un crescente sostegno al cambiamento.

I dibattiti dureranno fino a metà anno e la CCNE presenterà una relazione di sintesi in vista di un dibattito parlamentare in autunno.

Durante la loro riunione annuale di inizio febbraio, i vescovi olandesi hanno avvertito i vescovi fiamminghi del Belgio della campagna “completata la vita” nei Paesi Bassi per estendere la legislazione sull’eutanasia alle persone stanche di vivere. Entrambi i paesi hanno permesso la fine della vita per gravi motivi medici nel 2002 e hanno progressivamente allentato i criteri.

 

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com