India, cresce l’aborto nelle grandi città

Dopo aver visto una caduta per la prima volta in un decennio nel 2016-17, i dati sull’aborto sono aumentati nuovamente del 5% nelle città nel 2017-18. Nel 2017-18, 35.358 donne hanno avuto interruzioni mediche delle gravidanze (MTP) presso i 680 centri e ospedali registrati della città, di cui il 96% è stato fatto nelle prime […]

Dopo aver visto una caduta per la prima volta in un decennio nel 2016-17, i dati sull’aborto sono aumentati nuovamente del 5% nelle città nel 2017-18. Nel 2017-18, 35.358 donne hanno avuto interruzioni mediche delle gravidanze (MTP) presso i 680 centri e ospedali registrati della città, di cui il 96% è stato fatto nelle prime […]

Dopo aver visto una caduta per la prima volta in un decennio nel 2016-17, i dati sull’aborto sono aumentati nuovamente del 5% nelle città nel 2017-18.

Nel 2017-18, 35.358 donne hanno avuto interruzioni mediche delle gravidanze (MTP) presso i 680 centri e ospedali registrati della città, di cui il 96% è stato fatto nelle prime 12 settimane di gravidanza, ma solo il 4% del loro secondo trimestre si è avvalso dei servizi. Le statistiche dicono che circa il 15% delle donne cerca un aborto nel secondo trimestre a causa della scoperta tardiva della gravidanza, del processo decisionale, dell’accesso all’assistenza sanitaria e delle questioni finanziarie.

C’è anche una importante regressione negli aborti tra gli adolescenti. Nel 2017-18, solo un caso è stato registrato nel gruppo “inferiore a 15anni di età” dai 271 nel 2015-16. Nel 2016 era sceso a otto. Le donne di età compresa tra i 20 ei 29 anni rappresentavano oltre il 50% degli aborti effettuati. Tra coloro che hanno usufruito dei servizi c’erano anche 1.453 donne non sposate, che secondo gli esperti può indicare che esiste un ambiente favorevole per le donne sposate e single a cercare il servizio, ma anche l’esistenza di stupri. Prosegue invece la piaga degli aborti selettivi rispetto al sesso, le bambine nascono sempre meno e sempre più si innalzano i pericoli di un gap di genere nei prossimi anni tra la popolazione indiana. Un male ‘doppio’ rispetto al male dell’aborto.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com