Warning: Parameter 2 to qtranxf_postsFilter() expected to be a reference, value given in /home/matchman/public_html/wp-includes/class-wp-hook.php on line 298
L'UE finanzia l'industria dell'aborto. Ecco le cifre - Matchman News
Warning: Parameter 2 to qtranxf_postsFilter() expected to be a reference, value given in /home/matchman/public_html/wp-includes/class-wp-hook.php on line 298

L’UE finanzia l’industria dell’aborto. Ecco le cifre

La Commissione Europea ammette di aver stanziato 20 milioni di euro per coprire le attività di Planned Parenthood.

La Commissione Europea ammette di aver stanziato 20 milioni di euro per coprire le attività di Planned Parenthood.

Di fronte alle numerose richieste e le continue consultazioni indirizzate al commissario europeo per la Salute in materia di finanziamento dell’industria dell’aborto internazionale, la Commissione Europea ha messo in luce che, dal 2005, 20 milioni di euro sono stati stanziati per finanziare le attività e i progetti di Planned Parenthood.

Da quando sono stati pubblicati i video della serie “clinica degli orrori” che hanno messo in luce l’attività di vendita di organi e tessuti fetali derivati dall’aborto, da parte della Federazione Internazionale Planned Parenthood, i deputati europei si sono posti con disagio la questione: quanto l’Unione Europea ha collaborato con l’industria dell’aborto?

Dal luglio 2015, numerose richieste d`informazione sono state inviate alla Commissione Europea della Salute allo scopo di chiedere la sua opinione circa lo scandalo che ha coinvolto il colosso abortista e di chiarire se l’Unione Europea ha contribuito nel finanziamento delle attività abortiste, e in caso affermativo, quanti soldi dei contribuenti europei sono stati utilizzati.

Alla fine, il Commissario della Sanità, Neven Mimica ha deciso di rispondere alle richieste dei parlamentari e ha pubblicato cinque prospetti contabili che mostrano l’ammontare di denaro speso da dieci anni per finanziare le varie attività organizzate dalla Planned Parenthood.

In totale, circa 20 milioni di euro sono stati stanziati per cause quali; costruire edifici per “fornire attività di salute sessuale e riproduttiva” in India, Bangladesh, Pakistan, Nepal, Sri Lanka, Afghanistan, Maldive e l’Iran; lavorare in materia di “maternità sicura in Asia del Sud per aumentare l’accesso o le necessità non soddisfatte”; e per costruire un dialogo più efficace in Europa sul ruolo della “pianificazione familiare in modo da alleviare la povertà”.

Lo scandalo che circonda l’industria dell’aborto non è un problema per la commissione Juncker, che ha sostenuto e continua a sostenere le loro attività. “L’UE fornisce assistenza attraverso i suoi strumenti di finanziamento esterno, anche sostenendo le organizzazioni della società civile, tra cui l’International Planned Parenthood Federation (IPPF). I servizi sostenuti dall’UE attraverso l’IPPF raggiungono le persone più vulnerabili nei paesi in via di sviluppo e forniscono i servizi per salvare vite. Milioni di donne, uomini, ragazze e ragazzi beneficiano di questi programmi. Sospendere questi può mettere a rischio alle donne e ai loro bambini, perché potrebbe non essere più disponibile l`adeguato sostegno durante la gravidanza e il parto, e potrebbero aumentare le gravidanze indesiderate e dovute all`indisponibilità della pianificazione familiare.

La Commissione Europea afferma che la vendita di tessuto fetale è “legale” sotto la legge americana, e, quindi, poiché non ha commesso attività illecite o eticamente riprovevoli, e quindi, la Commissione continuerà a collaborare con il colosso abortista.

 

Auxi Rodríguez

 

16

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com