I Martiri Copti: credenti orgogliosi di aver fede

I cristiani copti dicono di essere “orgogliosi” nel morire per la loro fede a seguito dell’ultimo massacro delle mani dei terroristi dello Stato islamico. “Siamo orgogliosi di morire, pur mantenendo la nostra fede”, ha dichiarato il vescovo Makarios, il primo ministro ortodosso copto a Minya, secondo CBC News. Sono emerse relazioni che rivelano che gli […]

epa05899338 Security personnel investigate the scene of a bomb explosion inside Mar Girgis church in Tanta, 90km north of Cairo, Egypt, 09 April 2017. According to the Egyptian Health Ministry, at least 28 were killed and 71 injured in a bomb explosion at Mar Girgis Coptic church in the central delta city of Tanta during the Palm Sunday mass.  EPA/STR ATTENTION EDITORS: PICTURE CONTAINS GRAPHIC CONTENT

I cristiani copti dicono di essere “orgogliosi” nel morire per la loro fede a seguito dell’ultimo massacro delle mani dei terroristi dello Stato islamico. “Siamo orgogliosi di morire, pur mantenendo la nostra fede”, ha dichiarato il vescovo Makarios, il primo ministro ortodosso copto a Minya, secondo CBC News. Sono emerse relazioni che rivelano che gli […]

I cristiani copti dicono di essere “orgogliosi” nel morire per la loro fede a seguito dell’ultimo massacro delle mani dei terroristi dello Stato islamico.

“Siamo orgogliosi di morire, pur mantenendo la nostra fede”, ha dichiarato il vescovo Makarios, il primo ministro ortodosso copto a Minya, secondo CBC News.

Sono emerse relazioni che rivelano che gli armati IS hanno bloccato i cristiani nel loro percorso verso un monastero di venerdì scorso, dove hanno chiesto loro di rinunciare alla loro fede e di convertirsi all’Islam. I Copti, compresi i bambini, hanno rifiutato, ciò ha causato la strage di 29 credenti, ha rivelato uno dei cappellani che consolano i sopravvissuti.

Migliaia di Copti sono in lutto per gli uccisi nel massacro dell’ autobus, esprimendo il loro dolore e la rabbia durante i funerali per le vittime.

“Con sangue e anima, noi ti difenderemo, oh croce!”, i copti gridavano nella Chiesa della Sacra Famiglia nel villaggio di Dayr Jarnous.

“Li vendicheremo o moriremo come loro”, hanno detto. “non c’è dio che Dio, il Messia è Dio!”

I sopravvissuti stanno parlando, descrivendo come i bambini tentassero di nascondersi sotto i sedili del bus per sfuggire al fuoco dei militanti dell’Isis.

“Un sopravvissuto, un piccolo ragazzo che sembrava avere circa 6 anni, ha detto che sua madre lo ha spinto sotto il suo sedile e lo ha coperto con un sacchetto.

Una giovane donna che parlava dal suo letto ospedale ha detto che gli assalitori hanno ordinato alle donne di abbandonare i loro gioielli e denaro prima di aprire il fuoco, uccidendo gli uomini prima e poi alcune delle donne”, ha descritto la CBC.

IS ha massacrato più di 100 cristiani in Egitto dal dicembre scorso in una serie di attacchi separati, inclusi i bombardamenti della chiesa a domenica delle Palme.

Il governo egiziano ha risposto alle sparatorie venerdì eseguendo una serie di attacchi aerei contro le sospette basi ISIS e ha lanciato una caccia ‘senza quartiere’ agli jihadisti.

I leader mondiali hanno condannato il massacro compiuto dall’Isis nei confronti dei Copti, il presidente Usa Donald Trump ha chiamato l’attacco di venerdì una “massacro spietato” che “strappa i nostri cuori e preoccupa le nostre anime”.

Il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha anche detto: “Esprimo le mie condoglianze in relazione a questo attacco che ha causato molte vittime”.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com