Non si ferma la piaga dell’aborto in Cina

Le donne in Cina che sono rimaste incinte con un bambino che ha superato la quota (due figli per coppia) continuano a dover affrontare severe pene, ha scoperto il PRI (Population Research Institute) di Washington. Queste sanzioni includono, in molte province, l’obbligo di abortire. Sono passati quasi due anni da quando il governo cinese ha […]

Le donne in Cina che sono rimaste incinte con un bambino che ha superato la quota (due figli per coppia) continuano a dover affrontare severe pene, ha scoperto il PRI (Population Research Institute) di Washington. Queste sanzioni includono, in molte province, l’obbligo di abortire. Sono passati quasi due anni da quando il governo cinese ha […]

Le donne in Cina che sono rimaste incinte con un bambino che ha superato la quota (due figli per coppia) continuano a dover affrontare severe pene, ha scoperto il PRI (Population Research Institute) di Washington.

Queste sanzioni includono, in molte province, l’obbligo di abortire.

Sono passati quasi due anni da quando il governo cinese ha modificato la sua politica di nascita programmata. Nel dicembre 2015, la Commissione permanente del Congresso nazionale del popolo cinese (NPC) è passata ufficialmente da una politica del figlio unico a una politica dei due figli.

Secondo la nuova politica, alle coppie sposate è proibito di avere più di due figli. Per le donne non sposate che si trovano in stato di gravidanza, il governo cinese continua a far rispettare una politica zero-bambini, contando tutte le nascite non desiderate come nascite ‘fuori quota’ a meno che non si sposino entro 60 giorni dalla nascita del bambino.

Circostanze speciali si applicano alle coppie divorziate e risposate e alle coppie con figli handicappati che “non saranno in grado di unirsi alla forza lavoro al raggiungimento della maturità”.

I governi provinciali hanno lentamente rivisto i loro regolamenti di pianificazione familiare per conformarsi allo standard nazionale. Tuttavia, le modifiche alle norme originali che regolano la politica del figlio unico sono state modeste e sono state condotte con lo scopo di preservare il controllo dello Stato cinese sul numero di bambini che le coppie possono avere.

Come una recente indagine sul campo del PRI in Cina ha rivelato, in alcuni paesi la politica dei due figli viene applicata con rigore esattamente come lo era la politica del figlio unico.

Infatti, poiché i funzionari di pianificazione familiare avidi e senza scrupoli trovano meno occasioni per le loro multe e le confische extralegali di proprietà, e si trovano di fronte alla prospettiva di vedere le loro entrate ridotte, sembrano essere ancora più duri su coloro che violano la nuova politica dei due figli.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com