Il popolo della vita in Argentino più vivace che mai. Ecco i video esclusivi

Il Congresso dei Deputati dell’Argentina sta attualmente discutendo un disegno di legge per legalizzare l’aborto nel paese e presentata dall’opposizione dopo le manifestazioni dell’8 marzo scorso. Il Presidente Macrì, pur prendendo atto che la maggioranza dei Senatori e la gran parte dei deputati sono contrari alla depenalizzazione dell’aborto, ha già dichiarato che non porrà nessun […]

Il Congresso dei Deputati dell’Argentina sta attualmente discutendo un disegno di legge per legalizzare l’aborto nel paese e presentata dall’opposizione dopo le manifestazioni dell’8 marzo scorso. Il Presidente Macrì, pur prendendo atto che la maggioranza dei Senatori e la gran parte dei deputati sono contrari alla depenalizzazione dell’aborto, ha già dichiarato che non porrà nessun […]

Il Congresso dei Deputati dell’Argentina sta attualmente discutendo un disegno di legge per legalizzare l’aborto nel paese e presentata dall’opposizione dopo le manifestazioni dell’8 marzo scorso. Il Presidente Macrì, pur prendendo atto che la maggioranza dei Senatori e la gran parte dei deputati sono contrari alla depenalizzazione dell’aborto, ha già dichiarato che non porrà nessun veto sulla eventuale legge approvata.

La Chiesa cattolica, tutte le chiese evangeliche e numerose associazioni della società civile si sono mobilitate contro questo progetto. Un esempio sono stati i ‘preti villeros’ (preti di strada), che hanno rilasciato una dichiarazione congiunta contro questa legge che mira a depenalizzare l’aborto.

Domenica 25 marzo scorso l’opposizione all’aborto si è vista pubblicamente con una grande manifestazione attraverso numerose città e in tutto il paese si sono riuniti più di due milioni di persone. Hanno riempito le strade a favore della vita nella Giornata del Nascituro, che si è tenuta il 25 marzo, in coincidenza con la Domenica delle Palme.

A Buenos Aires, circa 150.000 persone hanno marciato da Plaza Italia da Sarmiento e Libertador alla Facoltà di Giurisprudenza presso l’Università di Buenos Aires (UBA), dove c’era un palco allestito. E’ solo un primo passo, dicono gli organizzatori e la gente per la strada, perché in Argentina si continui a rispettare il diritto alla vita del nascituro. Il Papa Francesco, nella sua lettera di ringraziamento per gli auguri al suo pontificato inviata al popolo argentino delle scorse settimane, aveva chiaramente affermato il diritto alla vita dei più deboli e alla vita del nascituro.

Qui alcuni video esclusivi della manifestazione nazionale e a Buenos Aires:

https://youtu.be/duTJz6nYfcU

https://youtu.be/nDFBExLkKxM

 

Cordoba: https://youtu.be/iKq8r_WkKfY

Santa Fe: https://youtu.be/RGbAIAxjdR8

Concordia : https://youtu.be/hOMfpsA0ayQ

Chubut: https://youtu.be/RJPnzzVgk60

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com