Romania, la Corte di Giustizia Ue parificherà matrimonio e unioni gay?

La Corte di Giustizia Europea deciderà se il “matrimonio” di due omosessuali sarà riconosciuto in tutti gli Stati membri dell’UE, indipendentemente dalle nazioni che continuano a sostenere che il matrimonio è esclusivamente tra un uomo e una donna. Il caso davanti al tribunale dipende dalla definizione della parola “coniuge”. Gli omosessuali Adrian Coman e Clai […]

La Corte di Giustizia Europea deciderà se il “matrimonio” di due omosessuali sarà riconosciuto in tutti gli Stati membri dell’UE, indipendentemente dalle nazioni che continuano a sostenere che il matrimonio è esclusivamente tra un uomo e una donna. Il caso davanti al tribunale dipende dalla definizione della parola “coniuge”. Gli omosessuali Adrian Coman e Clai […]

La Corte di Giustizia Europea deciderà se il “matrimonio” di due omosessuali sarà riconosciuto in tutti gli Stati membri dell’UE, indipendentemente dalle nazioni che continuano a sostenere che il matrimonio è esclusivamente tra un uomo e una donna.

Il caso davanti al tribunale dipende dalla definizione della parola “coniuge”.

Gli omosessuali Adrian Coman e Clai Hamilton si sono “sposati” in Belgio nel 2010 e ora vivono negli Stati Uniti. Ma ora Coman vuole che il suo paese di origine la Romania riconosca il suo “matrimonio” omosessuale così che lui e il suo compagno possano immigrare lì e ricevere i benefici sociali di una normale coppia sposata.

Ma la Corte costituzionale rumena, invece di risolvere la questione stessa, ha votato a maggioranza di sette a due per sottoporre la questione alla Corte di giustizia europea.

Normalmente con il termine coniugi si intendono marito e moglie, invece gli attivisti sperano che i giudici della Corte di giustizia dell’UE (EUCJ) interpretino ampiamente la parola “sposo” per includere le coppie omosessuali, usando la giustificazione della “libertà di movimento”.

“Una decisione positiva significherebbe che Clai può vivere in Romania con me”, dice Coman.

Nel frattempo il movimento pro family, sta ancora attendendo la decisione del Senato per finalmente dare voce alla proposta di milioni di cittadini che vogliono votare ed esprimersi a favore della definizione di matrimonio come unione tra un uomo e una donna,.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com