Tutti uguali nel Regno Unito. Tranne le scuole cattoliche

Le scuole della Chiesa non possono essere contro il matrimonio gay, la ‘zarina’ dell’integrazione del governo inglese ha messo in guardia le strutture dell’educazione cattolica del regno Unito nelle scorse settimane (12 gennaio). “Le scuole della Chiesa non devono essere contro il matrimonio gay e se lo fossero sarebbe ritenuto omofobico”. La ‘zarina’ Mme. Louise […]

Le scuole della Chiesa non possono essere contro il matrimonio gay, la ‘zarina’ dell’integrazione del governo inglese ha messo in guardia le strutture dell’educazione cattolica del regno Unito nelle scorse settimane (12 gennaio). “Le scuole della Chiesa non devono essere contro il matrimonio gay e se lo fossero sarebbe ritenuto omofobico”. La ‘zarina’ Mme. Louise […]

Le scuole della Chiesa non possono essere contro il matrimonio gay, la ‘zarina’ dell’integrazione del governo inglese ha messo in guardia le strutture dell’educazione cattolica del regno Unito nelle scorse settimane (12 gennaio).
“Le scuole della Chiesa non devono essere contro il matrimonio gay e se lo fossero sarebbe ritenuto omofobico”.

La ‘zarina’ Mme. Louise Casey è stata messa in discussione dai parlamentari durante la sua relazione sulle politiche dell’integrazione nel Regno Unito, è stata contestata circa lo scandaloso ‘cavallo di Troia di Birmingham’, dove un certo numero di persone hanno tentato di introdurre nelle scuole una dura etica islamista.

In risposta, la ‘zarina’ ha sottolineato che ciò stava accadendo altrove e ha suggerito che non si limitava all’Islam. “Se penso che alcune delle dinamiche che si sono verificate nel cavallo di Troia sono in gioco anche in altre aree del paese? Sì, lo penso”, ha detto.

Ha aggiunto: “Non ho davvero alcun punto di vista sul perchè o se sia la religione stessa (islamica) che stia promuovendo questo genere di opinioni, ma non sono a posto, nello stesso modo non è bene per le scuole cattoliche essere omofobe e contrarie al matrimonio gay”.

“Non è il modo in cui educare i bambini in questo paese. E ‘spesso velato come conservatorismo religioso, e ho un problema con l’espressione conservatorismo religioso, perché spesso può essere anti-uguaglianze. Abbiamo avuto modo di essere attenti a che le persone possano scegliere, ovviamente, di vivere la vita che vogliono vivere, ma anche non possono condannare gli altri per vivere in modo diverso”.

In risposta alle sue osservazioni, la Coalizione per il matrimonio, l’ha accusata di “osservazioni sorprendenti”, che sono “una delle indicazioni più chiare” che coloro che credono nel valore del matrimonio tradizionale sono visti some pericolosi ‘estremisti’ da parte di taluni esponenti del Governo.

“Credere che il matrimonio è tra un uomo e una donna non ti rende omofobico o un estremista. Sono i ‘commenti di Mme Louise Casey ad essere estremi” , hanno dichiarato i responsabili della Coalizione in una comunicazione stampa.
Anche due vescovi cattolici hanno reagito bruscamente alle parole della ‘zarina’.
Il vescovo Philip Egan di Portsmouth che “nelle scuole cattoliche si insegna la morale e la dottrina cattolica e non ci possono essere restrizioni alla stregua di quelle narrate da George Orwell nel suo romanzo 1984”. Il vescovo ha posi sottolineato come stia diventando incredibilmente difficile aver discussioni ragionevoli e argomentate sui temi della sessualità.

Il vescovo Mark Davies di Shrewsbury ha dichiarato che i valori inglesi di cui tanto si parla, sono valori cristiani e proprio questi valori possono essere “minati dalla agenda egualitaria quando questa ideologia entra nelle scuole inglesi e diventa un veicolo per promuovere l’intolleranza verso i valori e gli insegnamenti cristiani”.
Tuttavia, a pochi giorni dalle polemiche della ‘zarina’ Mme Luise Casey verso le scuole cattoliche e dalle reazioni dei Vescovi, in un voto alla Commissione Cultura ed Educazione della Camera dei Comuni, la proposta di rendere obbligatoria l’educazione sessuale e delle relazioni sessuali, è stata sonoramente bocciata dai parlamentari.. Seguiremo nelle prossime settimane gli sviluppi e soprattutto ‘se’ e ‘come’ le minacce alla libertà di insegnamento delle scuole cristiane e cattoliche si tradurranno in pratica.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com