Un appello all’Occidente da Ginevra: “Fermate la legge sulla blasfemia in Pakistan!”

Il dottor Mario Silva, ex membro del Parlamento canadese e Direttore esecutivo del Forum Internazionale per i Diritti e la Sicurezza (IFFRAS), lo scorso settembre ha invitato la comunità internazionale ad intervenire nella questione della persecuzione delle minoranze cristiane in Pakistan in base alle leggi di blasfemia , aggiungendo che gli Stati Uniti, l’Europa e […]

Il dottor Mario Silva, ex membro del Parlamento canadese e Direttore esecutivo del Forum Internazionale per i Diritti e la Sicurezza (IFFRAS), lo scorso settembre ha invitato la comunità internazionale ad intervenire nella questione della persecuzione delle minoranze cristiane in Pakistan in base alle leggi di blasfemia , aggiungendo che gli Stati Uniti, l’Europa e […]

Il dottor Mario Silva, ex membro del Parlamento canadese e Direttore esecutivo del Forum Internazionale per i Diritti e la Sicurezza (IFFRAS), lo scorso settembre ha invitato la comunità internazionale ad intervenire nella questione della persecuzione delle minoranze cristiane in Pakistan in base alle leggi di blasfemia , aggiungendo che gli Stati Uniti, l’Europa e il Canada devono prendere una posizione ferma e risoluta contro l’applicazione di queste norme verso Islamabad.

“Sono preoccupato per la diffusa discriminazione contro le minoranze religiose, e in questo caso la persecuzione dei cristiani in Pakistan”, ha detto Silva, in una conferenza organizzata contro “Persecuzione delle minoranze cristiane in Pakistan” presso l’Ufficio delle Nazioni Unite a Ginevra lo scorso 21 settembre.

“Vi è una violazione violenta dei diritti umani contro le minoranze a causa della legge di blasfemia, in quanto perseguita i cristiani con la conversione forzata e la prigionia. Le autorità non fanno nulla e il governo pakistano ha rifiutato di modificare la legge”, ha aggiunto.

“Il Pakistan, che aveva una volta grande comunità cristiana e molte scuole cristiane, non è rimasto così. Abbiamo visto che il paese che ha rinunciato ai valori liberali democratici ed è diventato più conservatore, ha abbracciato la radicalizzazione. La grande preoccupazione è che il Pakistan è sostenuto da partner in Occidente”.

Dal 1987 al 2017 sono stati registrati 222 casi in applicazione della Legge sulla blasfemia contro i cristiani: le persone del Pakistan hanno eseguito vendette personale contro i cristiani oppressi e perseguitati.”

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com