È stato un Natale al freddo, per i cinesi cristiani

Situata nel centro di Puyang, una città dell’Henan, la Chiesa di Hong Kong è stata chiusa a chiave dalle autorità per impedire ai cristiani di organizzare i servizi di Natale. Una seconda chiesa di Nanle Church, Canggu Church, appartiene a un cristiano di nome Rui Yue. Di conseguenza, le autorità non potevano chiuderla perché si […]

Situata nel centro di Puyang, una città dell’Henan, la Chiesa di Hong Kong è stata chiusa a chiave dalle autorità per impedire ai cristiani di organizzare i servizi di Natale. Una seconda chiesa di Nanle Church, Canggu Church, appartiene a un cristiano di nome Rui Yue. Di conseguenza, le autorità non potevano chiuderla perché si […]

Situata nel centro di Puyang, una città dell’Henan, la Chiesa di Hong Kong è stata chiusa a chiave dalle autorità per impedire ai cristiani di organizzare i servizi di Natale.

Una seconda chiesa di Nanle Church, Canggu Church, appartiene a un cristiano di nome Rui Yue. Di conseguenza, le autorità non potevano chiuderla perché si trattava di proprietà privata, ma ci hanno provato ripetutamente.

A Natale, molti cristiani hanno partecipato alle celebrazioni liturgiche in chiesa e, dopo tre servizi, il personale del governo ha inviato diverse auto di pattuglia e ufficiali di polizia nel luogo.

Mentre il predicatore, Guo Zhongqiang, ha iniziato a parlare di Gesù e della Bibbia, gli ufficiali dell’ufficio degli affari religiosi locali lo hanno interrotto e lo hanno accusato di predicare senza permesso, autorizzazione necessarie in Cina per essere considerato un pastore legale.

Gli agenti hanno interrotto insistentemente il raduno, anche usando il podio della chiesa per fare discorsi. In risposta, i cristiani hanno alzato la voce e hanno cantato i salmi.

Poi funzionari hanno imposto di spegnere gli impianti di riscaldamento, con la scusa del sovraffollamento del locale della chiesa e hanno poi chiuso tutte le strade di accesso alla chiesa.

Questi casi non sono incidenti solitari. In tutta la Cina questo Natale, le autorità hanno cercato di impedire a molte chiese di svolgere attività per l’infondata paura del cristianesimo da parte del governo come una potenza estera possibilmente sovversiva.

L’Agenzia ‘ChinaAid’ è solidale con queste chiese e denuncia gli abusi contro di loro, allo scopo di promuovere la libertà religiosa, i diritti umani e lo stato di diritto.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com